Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Orari TV Formula 1 GP Portogallo 2020 diretta Sky differita TV8

  1. #1
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    34,413
    Post Thanks / Like
    Downloads
    48
    Uploads
    0

    Predefinito Orari TV Formula 1 GP Portogallo 2020 diretta Sky differita TV8

    Ecco gli orari per non perdersi in TV il Gran Premio del Portogallo, dodicesimo appuntamento della stagione 2020 di Formula 1

    L'inusuale calendario della stagione 2020 di Formula 1 prosegue con il Gran Premio del Portogallo, in programma questo fine settimana. Il Circus mancava dal paese lusitano dal 1996: a vincere quell'edizione fu l'allora rookie Jacques Villeneuve, davanti al compagno di squadra Damon Hill, che a fine campionato si sarebbe laureato campione del mondo. Correvano per l'equivalente dell'epoca dell'attuale Mercedes, la Williams pigliatutto che si aggiudicò gli ultimi due titoli del suo palmares in F1. Allora, però, il GP del Portogallo si disputava all'Estoril, mentre per l'edizione 2020 si è scelta la pista di Portimao.
    Ecco gli orari per seguire il weekend di gara in Portogallo:

    Venerdì 23 ottobre:
    Prove libere 1: 12.00-13:30 - diretta su Sky SportF1 HD
    Prove libere 2: 16.00-17:30 - diretta su Sky SportF1 HD

    Sabato 24 ottobre:
    Prove libere 3: 12:00-13:00 - diretta su Sky SportF1 HD
    Qualifiche: 15:00-16:00 - diretta su Sky SportF1 HD
    18:30 - Differita su TV8

    Domenica 25 ottobre::
    Gran Premio: ore 14:10 - diretta su Sky SportF1 HD
    ore 18:10 - Differita su TV


    Automoto
    "L'esperienza è maestra di vita"



  2. Grazie perdi2, speedy29 Grazie per questo post
  3. #2
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    34,413
    Post Thanks / Like
    Downloads
    48
    Uploads
    0

    Predefinito

    Ferrari, aggiornamenti anche a Portimão: nuovo diffusore sulla SF1000


    "Completerà il programma predisposto nei mesi scorsi", ha ammesso Enrico Cardile

    Il tecnico aretino ha inoltre sottolineato che per il 2021 la Ferrari si concentrerà maggiormente sulla zona posteriore della monoposto
    Anche a Portimão, dove nel weekend si svolgerà il Gran Premio del Portogallo appuntamento entrato in calendario dopo lo stravolgimento dovuto alla pandemia, la Ferrari porterà degli aggiornamenti per migliorare le prestazione della SF1000. Sul tracciato dell’Algarve infatti la scuderia del Cavallino monterà un nuovo diffusore, come sottolineato sul sito ufficiale di Maranello dal Head of Performance Development Enrico Cardile.
    “Già a Sochi avevamo introdotto alcune piccole modifiche all’aerodinamica della monoposto, cui se ne sono aggiunte altre al Nürburgring. A Portimão avremo un ulteriore sviluppo, concentrato sul diffusore, che completerà il programma predisposto nei mesi scorsi”, ha spiegato il tecnico aretino.
    Cardile, analizzando quanto finora portato in pista dalla Rossa, ha spiegato che l’obiettivo della Ferrari è quello di continuare in questo percorso fino alla tappa conclusiva di Abu Dhabi: “La cosa più importante è avere la conferma che la direzione di sviluppo che abbiamo preso sia quella giusta. Le indicazioni raccolte negli ultimi Gran Premi sono positive e speriamo che accada altrettanto in questo fine settimana. Dobbiamo tener presente che mai come quest’anno il lavoro di sviluppo della vettura è funzionale alla stagione successiva. Detto questo, contiamo anche di vedere un miglioramento nella prestazione della SF1000: sarebbe molto utile per poterci rimettere perlomeno alla guida di quel gruppo di vetture e piloti che attualmente si gioca in pochissimi decimi le posizioni sulla griglia dalla quarta in giù. Quest’anno solamente in poche occasioni abbiamo potuto lottare per un posto al sole della seconda o terza fila e il nostro obiettivo da qui a dicembre è di essere costantemente in lizza per quelle posizioni. Poi, proprio perché i rapporti di forza sono molto ravvicinati, sappiamo che basta un niente per essere quarti o dodicesimi ma questo fa parte del gioco”.
    Non solo presente ma anche futuro. Cardile infatti ha dichiarato che, in vista della prossima stagione, la Ferrari focalizzerà le sue attenzioni per migliorare la zona posteriore della monoposto che ha evidenziato non poche lacune: “Premesso che ogni team ha la sua filosofia di progetto, da parte nostra riteniamo che sia il retrotreno l’area dove ci sono più margini. Lo dico non soltanto perché è in quella parte della monoposto dove sono state introdotte delle modifiche piuttosto rilevanti al regolamento tecnico ma anche perché siamo convinti che, per come la nostra vettura è stata impostata, si possa davvero ottenere un progresso significativo. È per questo che abbiamo deciso di spendere i due gettoni permessi dal regolamento proprio lì. Ricordiamoci infatti che l’anno prossimo, infatti, non si potranno modificare tutte le componenti base della vettura ma solo alcune, il cui valore è determinato dalla FIA in gettoni: ogni squadra ne ha due a disposizione”.
    Concludendo la propria disamina tecnica ha poi aggiunto: “È fondamentale sapere che i concetti su cui stiamo lavorando siano giusti per non perdere tempo nel 2021. Dall’anno prossimo poi il numero di ore sarà inversamente proporzionale, in percentuale, al piazzamento nel campionato Costruttori dell’anno precedente: chi più in alto arriva meno tempo avrà. Non saranno differenze abissali ma in uno sport come la Formula 1 ogni minuto di prove – che sia in pista, al banco o in galleria del vento – è prezioso. Detto questo, e lo dico come battuta, non bisogna pensare che non faremo il massimo per recuperare posizioni nel 2020: quanto guardiamo la classifica, vedere che siamo al sesto posto ci fa star male, siamo perfettamente coscienti che non è una posizione degna della Ferrari. Vogliamo assolutamente migliorare: per noi e per i nostri tifosi che continuano comunque a sostenerci con passione, anche in una fase difficile come quella che stiamo vivendo”.



    Motorionline
    "L'esperienza è maestra di vita"



  4. Mi Piace casinista Piace questo Post
  5. #3
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    34,413
    Post Thanks / Like
    Downloads
    48
    Uploads
    0

    Predefinito

    Hamilton e i dubbi 2022: “Inizierà un’era nuova...”


    Il sei volte campione del mondo a Portimao lascia intendere il ritiro: “Ho sempre discusso contratti triennali ma stavolta è diverso. Il futuro è luminoso, anche la Mercedes lavora ad auto più ecologiche”

    Dopo tutti i record, suoi e di una Mercedes senza precedenti, dopo tutte le battaglie — ecologiste, animaliste, sociali — condivise anche dalla Mercedes, Lewis Hamilton a Portimao comincia a ragionare sul futuro. Che ripete essere “luminoso per il mondo”, ma che sempre più probabilmente lo vedrà lontano dalla Formula 1.
    il messaggio—
    E’ l’ultima risposta della conferenza piloti da Portimao che lascia riflettere, quando gli viene chiesto dell’accordo imminente con la Mercedes per il 2021: “Ho sempre discusso contratti triennali nella mia carriera”, ha sottolineato il sei volte campione del mondo, “ma stavolta è diverso, perché entreremo in un’era diversa nel 2022 e ci sono molte domande da porsi. Il futuro del mondo è luminoso, e anche la Mercedes sta andando verso auto sempre più elettrificate, ecologiche. Vedremo, certamente nel giro di un paio di mesi prenderemo una decisione”.
    il contratto—
    La decisione di cui parla Hamilton non è tanto sul nuovo contratto con le Freccenere che ormai nessuno mette più in dubbio (“Negoziare non è mai facile ma ormai sono abituato e con Toto il rapporto è talmente trasparente che non mi dispiacerebbe neanche se parlasse con altri, dico per dire, perché so che è lecito farlo”, ha spiegato), ma sul futuro suo, della Mercedes in Formula 1 e della Formula 1 medesima. Tanto che alla domanda sul settimo titolo ormai imminente — come il contratto... — che lo porterebbe a eguagliare Michael Schumacher (che ha già agganciato al Nurburgring per numero di GP vinti, 91), Lewis ha tergiversato non poco, parlando prima di un “2020 non tanto bello per diversi aspetti” (riferimento soprattutto al razzismo che Hamilton sta combattendo su scala globale con iniziative personali), e aggiungendo poi un serafico e generico “anno dopo anno nelle corse ho vissuto sensazioni diverse”. Insomma, la testa di Lewis, e il suo cuore soprattutto, sono altrove.
    corse ecologiche—
    Anche perché sta frantumando ogni record possibile e non è che trovi avversari irresistibili a sbarrargli la strada in questo disumano 2020, tra Covid e movimento Black Lives Matter, che evidentemente lo assorbono più degli impegni nei GP (che pure vince...). Infatti, a sottolineare la questione che le corse forse non sono più il suo primo pensiero appena sveglio al mattino, Hamilton risponde così a chi chiede se è eccitato dalla nuova sfida del 2021 con Nico Rosberg in Extreme E, i rally con suv elettrici: “La battaglia in pista non mi interessa, l’unica battaglia da vincere è quella per l’ambiente. E la Extreme E dimostra che abbiamo tecnologie sempre più efficaci ed efficienti per rendere le corse pulite e rispettose dell’ambiente”. Lo sguardo di Hamilton non sarà più tanto a lungo fisso sulla pista.


    Gazzetta
    "L'esperienza è maestra di vita"



  6. #4
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    34,413
    Post Thanks / Like
    Downloads
    48
    Uploads
    0

    Predefinito

    Mercedes, Toto Wolff: “Chi lo avrebbe mai detto, quando abbiamo cominciato insieme nel 2013?”


    "Novantadue vittorie, un numero quasi surreale" ha commentato il team principal

    Quando Lewis Hamilton decise di lasciare la McLaren, squadra che gli aveva dato tutto, dall’esordio al primo mondiale, per firmare con una Mercedes non proprio brillante, nessuno si sarebbe aspettato questi risultati, quella che è la Formula 1 odierna. Una categoria ormai dominata dalla scuderia tedesca e dalla supremazia di un pilota che continua a scrivere la storia, diventando il pilota più vincente della F1. Sono cinque i titoli mondiali che Lewis Hamilton e Toto Wolff hanno conquistato insieme, il sesto arriverà a breve, e sembra che niente e nessuno possa fermare questa scalata.
    “Novantadue vittorie, chi lo avrebbe mai detto quando abbiamo cominciato insieme questa avventura nel 2013? – ha commentato Toto Wolff, team principal della Mercedes – è un numero quasi surreale. Passione, energia, è questo che Lewis mette in questo sport. Il talento e l’abilità sono tangibili. Credo che ciò che abbiamo visto quest’anno per la prima volta con Lewis è che lui migliora ogni weekend. C’è tanta riflessione, comprensione, studio delle gomme per la gara, ed era tranquillo durante i primi giri, poi improvvisamente si è attivato e ha mostrato un passo incredibile. Credo che in un paio di occasione stesse mettendo pressione a Valtteri, peggiorando anche la condizione delle sue gomme, è un grande stratega.
    “I primi giri sono stati divertenti, è stato incredibile vedere le McLaren andare così forti con le soft già in temperatura. Abbiamo sentito il pubblico urlare quando Sainz ha preso la leadership, credo che sia ciò di cui lo sport ha bisogno – ha ammesso l’austriaco – sono felice che siamo riusciti a recuperare, ma mi è piaciuta questa prima parte. E’ stata una buona giornata, non so come festeggeremo, perché viviamo come eremiti ormai, ma volerò da mia moglie e mio figlio e credo che festeggeremo con una cena e qualche drink“.


    Motorionline
    "L'esperienza è maestra di vita"



Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •