Pronto il progetto che converte il paddock in struttura per intrattenimento, con maxischermo LedWall. Prime proiezioni a metà giugno, con pellicole sul motorsport in cartellone. Ingresso a prezzo popolare: 10 euro per auto

Una tradizione in stile anni Cinquanta tipica della cultura americana, tornata di grande attualità nell’epoca del distanziamento sociale legato al coronavirus. Il cinema drive-in si prepara a sbarcare, da metà giugno ai primi giorni di agosto 2020, anche all’Autodromo di Monza. Dove la grande area del paddock numero 2 - 13 mila metri quadrati che si sviluppano in parallelo al rettilineo che porta alla Parabolica - diventeranno un cinema all’aria aperta. Un progetto che potrebbe quindi ampliarsi nel segno dell’intrattenimento dei tifosi, anche quando ripartiranno le corse. Nel Tempio della velocità si potranno ammirare pellicole scelte tra il giovedì e la domenica sera rimanendo nell’abitacolo della propria auto.
Proiezioni di film sul Motorsport —
L’idea nata in Comune a Monza su impulso dell’assessore alla Cultura Massimiliano Longo. Ormai questione di dettagli pratici la firma con l’impianto sportivo inaugurato nel 1922. Un Monza Eni Circuit, dunque, che si prepara a sfruttare spazi adatti al distanziamento sociale e al rispetto del vicinato sul piano acustico per fronteggiare con originalità la Fase 2. “Non mancheranno titoli di film collegati al motorsport - spiega Pietro Benvenuti, direttore del circuito brianzolo -. La storia di Monza vive grazie al suo pubblico, che è la nostra forza. In qualunque occasione, che si tratti di corse in auto o di eventi. Oggi al pubblico non possiamo chiedere un grande esborso economico, e il drive-in sarà a prezzi popolari, con la possibilità poi che l’idea si moltiplichi per esempio organizzando tavole rotonde, interviste o dirette in chat collegate alla passione per le auto”.
Prezzi popolari —
Benvenuti partendo dal drive-in estivo guarda dunque al futuro: “L’area attrezzata potrebbe anche rimanere come supporto all’intrattenimento, per il pubblico e gli sponsor, quando ripartiranno le gare” racconta. Il biglietto d’ingresso potrebbe costare 10 euro per ogni vettura; le macchine accederanno al tracciato da Porta Vedano; il ricavato dei biglietti suddiviso tra l’autodromo e un fondo istituito dal Comune di Monza a sostegno delle attività commerciali che hanno più sofferto le settimane di lockdown. I costi per realizzare il drive-in stimati in circa 100 mila euro (il grande schermo LedWall, il sistema audio che sarà trasmesso con appositi dispositivi direttamente alle singole vetture, l’organizzazione e la sicurezza nel complesso), invece, saranno sostenuti da due sponsor, Porsche e Myspritz, che potrebbero avere l’utilizzo esclusivo del cinema all’aperto nelle serate di lunedì e martedì.
Allevi: “Circuito polifunzionale” —
“L’idea è nata dopo la cancellazione o il rinvio di tanti appuntamenti estivi a causa del Covid-19: volevamo creare qualcosa di bello per i monzesi, un’offerta estiva innovativa - spiega Dario Allevi, sindaco di Monza -. L’Autodromo ha sposato immediatamente il progetto del drive-in, che riporta in auge una bella tradizione americana e del resto s’inserisce nella visione di Aci, quella di creare un impianto sportivo sempre più polifunzionale”.


Gazzetta